Dolci

Torta okara e aquafaba

1 settembre 2015
torta okara e aquafaba

Il nome è poco appetitoso ma indicativo degli ingredienti presenti in questa torta del riciclo: una soluzione furba per ridurre al minimo gli sprechi e riutilizzare gli scarti di altre preparazioni. Ma iniziamo con l’aquafaba: il termine è stato coniato da Goose Wohlt, ingegnere americano e appassionato di cucina, che dopo vari esperimenti basati sulla scoperta del francese Joël Roessel, ha condiviso le fantastiche proprietà di questo liquido. In parole povere funziona così: l’acqua di cottura dei ceci si comporta come un classico albume ed è quindi possibile montarla a neve, bella soda e spumosa! Si può utilizzare sia l’acqua di cottura dei ceci secchi (non quella di ammollo!), sia l’acqua di governo, ovvero il liquido che si trova nei prodotti confezionati per la loro conservazione. Personalmente preferisco partire da zero, ammollare i ceci, scolarli, lavarli bene, cuocerli e riutilizzare l’acqua di cottura, anche perchè quella delle lattine è salata! Ho aggiunto anche un po’ di succo di limone e dopo qualche minuto eccola lì bella soffice, proprio come degli albumi montati a neve! Da qui in avanti si apre un mondo, perchè con questo nuovo sostituto delle uova è possibile non solo sfornare magnifici dolci ma anche deliziose meringhe, mousse e molto altro. Se vi è avanzata troppa aquafaba e non avete in programma di utilizzarla nell’immediato, potete sempre congelarla; io, ad esempio, ho preso gli stampi dei ghiaccioli, che ne contengono circa 60 ml ciascuno, e una volta solidificati metto tutto dentro un unico sacchetto per freezer. Altro ingrediente del riciclo che compare in questa ricetta è l’okara: con questo termine si indica lo scarto derivante della produzione del latte di soia o di altre bevande vegetali, nel nostro caso il latte di mandorla, che utilizzeremo a sua volta. Anche l’okara è un ingrediente molto versatile nelle ricette, sia dolci che salate, come biscotti, pane, crocchette, formaggi veg, etc. Okara e aquafaba… insomma, qui non si butta via niente!!!

Ingredienti

  • 100 gr di farina tipo 2
  • 50 gr di farina d’avena integrale
  • 50 gr di farina integrale
  • 100 gr di okara di mandorle
  • ½ bustina di lievito
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 70 gr di zucchero di canna
  • scorza di 1 limone
  • 50 ml di olio di semi (mais o girasole)
  • 120 ml latte di mandorla
  • 70 ml di acqua di cottura dei ceci + 1 cucchiaino di succo di limone
  • 1 pera soda
  • cannella in polvere q.b.
  • mandorle q.b.

Montare a neve l’acqua di cottura dei ceci aggiungendo un cucchiaino di succo di limone.  In una ciotola setacciare le farine, aggiungere l’okara, il lievito, il bicarbonato, lo zucchero, la cannella e la scorza di un limone. Aggiungere quindi i liquidi (latte e olio) e amalgamare bene. Incorporare all’impasto l’aquafaba con un movimento delicato dal basso verso l’alto. Aggiungere i pezzettini di pera e amalgamare bene il tutto. Trasferire il composto in uno stampo oliato e infarinato o foderato con carta forno. Livellare con una spatola quindi disporre sulla superficie una manciata di mandorle tagliate a metà. Cuocere in forno già caldo a 180° per circa 45-50 minuti. Lasciar raffreddare, cospargere a piacere con dello zucchero a velo.

Nel video: Aquafaba in progress

Okara & aquafaba cake

This is the perfect recipe for recycling! I used almond okara and aquafaba to prepare a fluffly and flavour cake.

Ingredients

  • 100 g flour type 2
  • 50 g whole grain oat flour
  • 50 g whole wheat flour
  • 100 gr almond okara pulp
  • 8 g baking powder
  • 1 teaspoon baking soda
  • 70 g raw cane sugar
  • zest of 1 lemon
  • 50 ml corn or sunflower oil
  • 120 ml almond milk
  • 70 ml chickpea cooking liquid + 1 teaspoon of lemon juice
  • 1 pear soda
  • cinnamon q.s.
  • almonds q.s.

Pour the chickpea water and 1 teaspoon of lemon juice into a bowl and beat on high speed with an electric whisk until the mixture becomes very light and fluffy. In another bowl, sift flour then add okara, baking powder, baking soda, sugar, cinnamon and lemon zest. Add liquid ingredients (almond milk and oil) and mix well. Combine aquafaba with gentle movements from the bottom upwards. Add diced pear and mix well. Grease or line with parchment paper a baking pan. Pour the mixture into the prepared mold. Sprinkle the top with a handful of flaked almonds. Preheat oven to 180° C and bake for 45-50 minutes. Let cool and dust with icing sugar before serving.

Torta okara e aquafaba ultima modifica: 2015-09-01T11:16:52+00:00 da Nomnom q.b.

You Might Also Like