Primi Zuppe

Vellutata di patate viola con chips di zucca

12 gennaio 2015
vellutata di patate viola con chips di zucca

La protagonista di oggi è un alimento decisamente scenografico, oltre che incredibilmente sano: la patata vitelotte. Rispetto a qualche anno fa, oggi è più facile trovare in commercio questo tubero. La sua polpa interna di colore viola profuma quasi di nocciola, con un sapore che ricorda un po’ quello della castagna; proprio per il suo particolare gusto si presta ad essere utilizzata con successo anche nella preparazione dei dolci. Per il resto, si cucina come una patata classica: fritta, lessata, al forno o in purea (tuttavia, per godere al meglio dei suoi benefici sarebbe meglio evitare la frittura).

Oltre che buonissime, le vitellotte sono perfette per creare dei piatti molto scenografici e fantasiosi che sorprenderanno sicuramente i vostri ospiti. L’effetto visivo e cromatico sarà decisamente sorprendente se scegliete di preparare ad esempio degli gnocchi, vellutate o una purea di un intenso colore viola.  Questa patata è anche definita “salva-salute”, proprio grazie alle sostanze che contiene, tipiche di frutta e verdura con colori che vanno dal viola al blu: si tratta degli antociani, sostanze dal potere antiossidante che ci proteggono dal rischio di cancro, ictus e malattie cardiache.

Nelle preparazioni culinarie, si consiglia spesso di utilizzare le patate viola insieme alle tradizionali patate in modo da non perdere l’effetto cromatico e mantenere allo stesso tempo una consistenza meno farinosa.

Ingredienti

  • 7 patate vitelotte
  • 3 patate gialle
  • mezza zucca Hokkaido
  • brodo vegetale q.b.
  • olio extravergine di oliva
  • porro
  • pepe nero
  • sale nero di Cipro
  • germogli di porro

Preriscaldare il forno a 160°. Tagliare la zucca a fettine molto sottili utilizzando una mandolina o un pelapatate. Foderare una teglia con carta forno e disporre le fettine di zucca senza sovrapporle. Ungerle leggermente con dell’olio aiutandosi con un pennellino, quindi infornare per circa 15-20 minuti (il tempo è indicativo), facendo attenzione che non anneriscano. Le chips sono pronte quando iniziano a dorare leggermente sui bordi e ad arricciarsi. Tenere da parte.

Lessare le patate con la buccia in abbondante acqua. Pelarle e pressarle nello schiacciapatate. Mondare e tritare finemente il porro, quindi rosolarlo leggermente in padella con un filo d’olio (aggiungere due cucchiai d’acqua per evitare che bruci). Unire le patate schiacciate e via via il brodo vegetale fino ad ottenere una crema. Utilizzare un mixer ad immersione per eliminare eventuali grumi. Insaporire infine con una macinata di pepe nero e del sale nero di Cipro.

Servire la zuppa guarnendola con le chips di zucca e dei germogli di porro.

Vitelotte soup with pumpkin chips

Natural and healthy, those are the key ingredients to a good soup. This one is an explosion of colours and flavours too, thanks to the vitelotte potatoes and the crispy pumpkin chips.

Ingredients

  • 7 vitelotte potatoes
  • 3 yellow potatoes
  • ½ Hokkaido pumpkin
  • vegetable stock qs
  • olive oil
  • leek
  • lack pepper
  • black Cyprus sea salt flakes
  • leek sprouts

Preheat oven to 160 ° C. Cut pumpkin into thin slices – use a mandolin or a potato peeler. Place slices – without overlapping – on a baking sheet lined with parchment paper.  Brush lightly with olive oil and bake for  15-20 minutes. Check them frequently because they can burn quickly. The chips are ready when they begin to brown and curl around the edges. Set aside.

Boil the potatoes in their skins. Peel and mash them. In a saucepan, lightly fry finely-chopped leek in a little olive oil (add two tablespoons of water to avoid burning). Pour the mashed potatoes and gradually add the vegetable stock, stirring constantly, until creamy. Use an immersion blender to obtain a velvety texture. Season with black pepper and black Cyprus sea salt flakes.

Serve the soup with pumpkin chips and leek sprouts.

 

Vellutata di patate viola con chips di zucca ultima modifica: 2015-01-12T11:25:51+00:00 da Nomnom q.b.

You Might Also Like