Dolci

Biscotti con okara di mandorle

2 gennaio 2017
biscotti con okara di mandorle

Anno nuovo, ingrediente nuovo! Oggi vi presento la chufa, nota anche come zigolo dolce. Originaria della regione di Valencia (ma si trova anche in Sicilia) è prevalentemente utilizzata per preparare la famosa “horciata” valenciana. Peccato che questo tubero sia poco conosciuto perchè le sue proprietà nutrizionali sono considerevoli: è ricco di acido oleico, fibre, sali minerali, grassi insaturi, proteine e vitamine. Contiene pochissimo sodio ed è privo di glutine, ideale quindi per chi soffre di celiachia. Ha un sapore dolciastro con sentori di nocciola e mandorla. I tubercoli possono essere consumati interi come snack, oppure utilizzati per una bevanda vegetale (con lo stesso procedimento del latte di mandorla, anacardi, etc). In commercio si trova anche la farina di chufa (per torte, biscotti, pane, …), la granella (ottima da aggiungere allo yogurt, nelle insalate o come guarnizione di dolci e prodotti da forno) e l’olio ricco di “grassi buoni”, proprio come quello d’oliva.

Ho assaggiato vari prodotti a base di chufa al Sana di Bologna e ne sono rimasta entusiasta. Se anche voi siete curiosi di assaggiarla, o già la conoscete e non volete aspettare il prossimo viaggio in Spagna, vi consiglio un giro online sul sito Chufa de Valencia, dove potete trovare tantissime alternative per le vostre ricette!

chufa de valencia

Ingredienti

  • 110 g okara di mandorle
  • 90 g farina di riso integrale
  • 50 g fecola di patate
  • 10 g cacao amaro in polvere
  • ½ cucchiaino di cremor tartaro
  • 55 g zucchero integrale Muscovado
  • un pizzico di sale
  • 40 ml olio di semi di vinacciolo
  • 30-40 ml di latte di mandorla*
  • cioccolato fondente q.b.
  • granella di chufa

* Attenzione!! La quantità di latte è indicativa e dipende molto dal grado di umidità dell’okara di mandorle. Se, ad esempio, usate un estrattore, l’okara risulterà meno bagnata. Strizzando invece la polpa manualmente, con un panno o un sacchetto in microfibra, otterrete uno “scarto” più umido. Il mio consiglio è di aggiungere i liquidi gradualmente, fino ad avere un impasto compatto ed omogeneo simile ad una pastafrolla.

Versare in un’ampia ciotola gli ingredienti secchi (okara, farina, fecola, cacao, lievito, zucchero e sale) mescolando bene con una spatola per evitare la formazione di grumi dovuti all’okara. Aggiungere l’olio e gradualmente il latte di mandorla fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Lasciar riposare l’impasto in frigorifero, avvolto nella carta stagnola, per circa 30 minuti. Stenderlo su un piano infarinato e ricavare i biscotti della forma desiderata. Disporli su una teglia rivestita con carta forno o su una griglia con tappetino silpat (io lo uso sempre!) e cuocerli in forno già caldo a 180° per circa 12-15 minuti. Lasciar raffreddare su una gratella. Decorare i biscotti in superficie con del cioccolato fuso e della granella di chufa. Conservarli in una scatola di latta… anche se finiranno quasi subito!

biscotti con okara di mandorle

 

Okara almond cookies

This is a vegan and glutenfree recipe perfect to recycle the pulp left over from making almond milk! I also used a new ingredient: chufa (or tigernuts) is an ancient tuber that come from Valencia’s region and that is well known thanks to the “horchata”, the valencian drink. Its taste is sweet and nutty, it’s rich in fiber, mineral salts, proteins, unsaturated fats, vitamins and oleic acid.

Ingredients

  • 110 g almond okara
  • 90 g brown rice flour
  • 50 g potato starch
  • 10 g unsweetened cocoa powder
  • ½ teaspoon baking powder
  • 55 g Muscovado sugar
  • a pinch of salt
  • 40 ml grapeseed oil
  • 30-40 ml almond milk *
  • dark chocolate q.s.
  • chopped chufa

* Note: the amount of milk is indicative (depends how wet your okara is). I suggest to add liquid gradually, until you get a compact and homogeneous dough.

Pour into a large bowl all dry ingredients (okara, flour, potato starch, cocoa powder, baking powder, sugar and salt) and mix well with a spatula to avoid lumps. Add grapeseed oil and gradually almond milk until you get a smooth and homogeneous dough. Let it rest in the fridge, wrapped in aluminum foil, for about 30 minutes. Roll out dough on lightly floured surface and cut into desired shapes. Place your cookies on a baking sheet lined with parchment paper. Bake in preheated oven at 180° C for about 12-15 minutes. Cool on a wire rack. Drizzle with melted chocolate and sprinkle some chopped chufa over the top.

Biscotti con okara di mandorle ultima modifica: 2017-01-02T20:19:08+00:00 da Nomnom q.b.

You Might Also Like